Beluch

#tappeti_persiani

tappeti persiani
tappeti persiani

I tappeti Beluch provengono dal Khorosan, al confine con l’Afghanistan, e vengono annodati dalle donne delle tribù beluch nomadi, semi-sedentarie, che contano circa 60.000 componenti. Il nome di questo gruppo tribale, scritto in diverse maniere, Baluchi, Beluchi etc., deriva dal termine “Baloc”, che significa cresta di gallo, che un tempo, come oggi, è l’acconciatura maschile di questo popolo: un ciuffo di capelli sul capo completamente rasato. I colori tipici di questi tappeti sono le combinazioni tra rosso-blu o rosso-blu-marrone. I disegni sono principalmente foglie, fiori, animali, l’albero della vita in tantissime varianti e una gran quantità di figure e forme geometriche. Trama e ordito sono in pelo di capra, pecora o cammello. Il vello è prevalentemente basso, è rara la rasatura medio-alta.